fustella

 

C’è uno strumento nel mondo della tipografia che resta immutato nel tempo: la fustella.

La fustella è un attrezzo che permette di eseguire un taglio preciso, ne esistono di diverse tipologie, in cartotecnica si utilizza generalmente la fustella piana detta anche americana.

Per produrre la fustella viene realizzato il tracciato: un disegno tecnico creato con un programma dedicato, che definisce le caratteristiche precise del packaging, la tipologia di imballo e le dimensioni. Il tracciato è necessario per realizzare i campioni in fase di progettazione e per l’eventuale vestizione grafica.

La fustella è costituita da un profilo tagliente montato su un piano di legno, e da un profilo più basso non tagliente (cordonatore), quest’ultimo crea le linee di piega, schiaccia il materiale per snervarlo e permetterne la piegatura.

Una volta inciso il piano di legno e ottenute lame e cordonatori, un operatore procede manualmente al montaggio, sul legno vengono fissati inoltre dei tamponi di gomma che aiutano il foglio a staccarsi dopo il taglio.

La fustella viene inserita su macchinari specifici che si aprono e chiudono alternativamente all’inserimento del foglio, eseguendone il taglio. Le fustellatrici possono essere manuali (platine), automatiche (autoplatine) e piano cilindriche (semiautomatiche).

Terminata la produzione la fustella viene archiviata in attesa della produzione successiva.

fustella
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *