Le ricerche mostrano che il 30% delle imprese familiari sopravvive alla seconda generazione e solo il 12% alla terza. Si tratta di statistiche piuttosto scoraggianti.

Cosa determina il successo di un’impresa di famiglia? Cos’hanno di speciale le aziende multigenerazionali?

Vediamo quali sono i segreti che permettono di far crescere nel tempo un’azienda, di portarla e mantenerla al successo:

 

– L’unione della famiglia

Una famiglia unita antepone gli interessi comuni agli interessi propri. Con il tempo costruisce la capacità di risolvere i conflitti, impara a conoscere i componenti e a favorire una buona comunicazione tra loro. Costruisce l’unità sulla comunicazione e riconosce che il bene dell’impresa è superiore a qualsiasi altro interesse.

 

– Valori e innovazione

Le famiglie di successo si impegnano nel mantenimento dei valori e sfruttano questa forza. Sull’insieme dei valori familiari basano la propria vision, e da questa costruiscono la mission aziendale. Per continuare a competere in un mercato in continua trasformazione, devono dimostrare la capacità di innovazione pur rimanendo legate ai valori tradizionali.

 

– Preparare le generazioni

Investire nella generazione successiva è un obbligo per tutte le imprese di famiglia che vogliono continuare l’attività nel tempo. Le famiglie multigenerazionali sviluppano le abilità dei successori e li aiutano a trovare la passione per il proprio lavoro, valorizzano la competenza più dell’appartenenza, basandosi sui risultati e non soltanto sulle buone intenzioni.

 

In Italia abbiamo 5 longeve aziende familiari che si discostano dalle statistiche:

1- Pontificia fonderia Marinelli fondata ad Agnone nel 1000

2- Barone Ricasoli fondata a Siena nel 1141

3- Barovier & Toso fondata a Murano nel 1295

4- Torrini fondata a Firenze nel 1369

5- Marchesi Antinori fondata a Firenze nel 1385

Queste famiglie hanno avuto la forza di resistere a guerre, rivoluzioni e trasformazioni, e la capacità di attraversare mille anni alla guida delle loro aziende. Chissà quali sono i segreti del loro percorso millenario?

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *